Castelbarco

Galleria Antiquaria

Fima - Federazione italiana mercanti d'arte

Importante consolle Luigi XV, in legno intagliato, scolpito e dorato

Torino, metà XVIII secolo

Splendida consolle d'epoca Luigi XV da parata, opera di alta ebanisteria torinese della metà del XVIII secolo, scolpita e dorata in foglia oro, con piano in marmo Calacatta viola sagomato.


Torino, metà XVIII secolo

Legno intagliato e dorato in oro zecchino, pregiato marmo Calacatta viola


Misure massime (del piano in marmo) Larghezza cm. 125, profondità cm. 63, altezza cm. 87  

D21-129 € 9.500 richiedi informazioni

Di grande qualità esecutiva, questa consolle da parata è la riprova della maestria raggiunta dagli ebanisti torinesi del Settecento nel realizzare arredi commissionati loro dalle maggiori famiglie aristocratiche.

Tale tipologia di arredo, caratterizzata da una notevole esuberanza ornamentale, contraddistinse le grandi botteghe che operarono a Torino nella prima metà del XVIII secolo, vedendo l'affermarsi di importanti scuole sulla penisola, insieme a quella romana e quella genovese.

L'opulenza ed il vigore plastico del suo disegno superano la funzione dell'arredo divenendo di fatto oggetti da contemplare, mobili da parata appunto, opere d'arte ed in quanto tali volti all'esaltazione del proprietario che attraverso di essa nobilitava i propri spazi domestici di rappresentanza ed il proprio rango sociale.

La consolle è coronata dal ripiano originario in pregiato marmo Calacatta viola, impiegato per i pezzi più importanti, sagomato all'andamento del telaio ligneo, finito nel suo perimetro da una bella profilatura detta ‘a becco di civetta’.

Lo scultore si dimostra perfettamente aderente al lessico della metà del Settecento, ricco di citazioni dal gusto rocaille noto come "stile Luigi XV”, riscontrabili nei tipici cartigli frivoli e svolazzanti, nei decori a foglie d’acanto e nelle terminazioni ricciolute. Le quattro possenti gambe sono addolcite da un'intaglio del legno sempre lezioso, accordate mediante una traversa a "X" centrata da grande motivo asimmetrico di gusto squisitamente rococò.

Le stesse lavorazioni sono ugualmente riscontrabile in varie aree geografiche del Nord Italia (Milano o Genova, principalmente) oppure francesi, alle cui raffinate produzioni la nostra consolle potrebbe parimenti riferirsi.

STATO DI CONSERVAZIONE:
La consolle si trova in buono stato conservativo generale. Presenta una normale usura della foglia oro, con alcune mancanze e piccole rotture sparse alla struttura (riparabili a discrezione del futuro acquirente).
  indietro

Dipinti antichi

vedi galleria

Oggetti d'arte

vedi galleria

Mobili

vedi galleria