Castelbarco

Galleria Antiquaria

Fima - Federazione italiana mercanti d'arte

Bottega di Pietro da Cortona (Cortona 1597 – Roma 1669)

L'Immacolata sconfigge il Drago, con Dio Padre e gli angeli

Bottega di Pietro da Cortona, nato come Pietro Berrettini (Cortona 1597 – Roma 1669)
Attribuibile a Lazzaro Baldi (Pistoia 1622 - Roma 1703)

Madonna Immacolata che sconfigge il Male, con Dio Padre e gli angeli


Olio su tela
118 x 92 cm.
In cornice 137 x 111 cm.
22-148 € 8.700 richiedi informazioni

Di grande carattere ed eccellente qualità questa preziosa pala del Seicento, che presenta la raffigurazione dell'Immacolata, è opera di un talentuoso pittore attivo a Roma nel pieno Seicento. Per quanto concerne la destinazione originaria, il formato della tela lascia immaginare che fosse destinata alla devozione privata dei committenti, probabilmente incastonata in un altare di una cappella privata.

I caratteri stilistici del dipinto mostrano la sua appartenenza alla cultura figurativa romana del pieno Seicento.
 
La Vergine si erge statuaria ritratta in posizione frontale avvolta dalle nuvole, in piedi sulla falce lunare, mentre sotto di lei si dimena Satana con le sembianze di mostro alato, corpo leonino, testa e coda di serpente. Lo sguardo è rivolto verso l’angelo che vola verso di lei mentre porta le mani incrociate sul petto, ed è vestita di una tunica bianca ed un manto di un azzurro intenso azzurro.

In alto il Padre Eterno impone la mano sinistra sul capo della Vergine, circondata da uno stormo di angeli svolazzanti tra le nuvole cariche di intensi bagliori e di giochi di luce, in pieno stile barocco.

La magistrale composizione trae ispirazione da un dipinto di Pietro da Cortona, caratterizzato da una equilibrata orchestrazione basata sul graduale passaggio dal male al bene, da Satana a Dio Padre attraverso la figura della Vergine.

Si tratta in particolare della pala eseguita nel 1662 dal grande pittore per l'altare maggiore di San Filippo Neri a Perugia, commissionata dal cardinale Luigi Capponi, arcivescovo di Ravenna.
Link: https://it.m.wikipedia.org/wiki/File:Immacolata_Concezione_di_Pietro_da_Cortona_%28chiesa_di_San_Filippo_Neri,_Perugia%29.jpg

La pala d'altare ha un'iconografia insolita, in cui Dio crea la Vergine con un gesto della mano che non può non evocare quello che Michelangelo usò nel suo famoso affresco della Creazione di Adamo nel soffitto della Cappella Sistina. A tal proposito, la Vergine è in piedi su una nuvola sopra un drago sconfitto che rappresenta il peccato originale.

La composizione, seppur personalizzata in numerosi dettagli, è resa con tocco magistrale da un autore gravitante intorno alla figura di Pietro da Cortona, la cui florida bottega di Roma seppe formare una grande schiera di allievi, influenzati dal maestro e divulgatori del suo verbo pittorico.

L’analisi dei dettagli della tela ci inducono ad attribuirne la paternità al pistoiese Lazzaro Baldi (Pistoia 1622 - Roma 1703), uno tra i più fedeli “cortoneschi”. La pennellata sfrangiata e materica, la finezza di tocco presente sia nei bei volti sia nella resa delle vesti, e certe sfumature di colore e preziosità cromatiche come il blu intenso delle vesti della vergine, sono tutti elementi caratterizzanti l’operato pittorico dell’artista pistoiese e risultano basilari nel nostro caso per assecondare la tesi attributiva.

Le condizioni di conservazione dell’opera appaiono eccellenti.


INFORMAZIONI SUPPLEMENTARI:

L’opera viene venduta assieme ad una piacevole cornice in legno dorata ed è corredata di certificato di autenticità e scheda iconografica descrittiva.

Ci occupiamo ed organizziamo il trasporto delle opere acquistate, sia per l'Italia che per l'estero, attraverso vettori professionali ed assicurati.

Contattateci per qualsiasi informazione, saremo lieti di rispondervi. È anche possibile vedere il dipinto nella galleria di Riva del Garda, saremo lieti di accogliervi per mostrarvi la nostra raccolta di opere.

Seguiteci anche su:

  indietro

Dipinti antichi

vedi galleria

Oggetti d'arte

vedi galleria

Mobili

vedi galleria