Castelbarco

Galleria Antiquaria

Fima - Federazione italiana mercanti d'arte Cinoa - International federation of art & antique dealer associations

Veduta fantastica di un porto mediterraneo

Orazio Grevenbroeck (Roma 1670 - Parigi 1743)

Pittore attivo a Napoli tra il XVII e il XVIII secolo, scuola di Orazio Grevenbroeck (Roma 1670 - Parigi 1743)

Veduta fantastica di un porto mediterraneo

olio su tela
(cm): 64 x 92
con cornice 96 x 124

D1261 €7.500 richiedi informazioni

Il bel dipinto proposto, raffigurante una veduta costiera di fantasia, mostra un’affascinante città portuale, costellata di numerosi palazzi, memori stilisticamente del gotica veneziano, da cui svettano erti torrioni. Sulla destra, a ridosso dell’attracco delle imbarcazioni, l’autore ha inserito il colonnato di un tempio classico. Nel complesso l’opera, che enuncia caratteri stilistici di matrice fiamminga contemperati da elementi attinti dal vedutismo italianeggiante, ne suggerisce pertanto la paternità ad un artista Nord Europeo attivo in Italia tra Sei e Settecento.

La tela riporta una vecchia attribuzione a Adriaen van der Kabel (Rijswijk 1630 - Lyon 1705), che noi non ci sentiamo di confermare. A nostro giudizio, infatti, ci sarebbero fortissime affinità stilistico-compositive con ile opere del paesaggista olandese Orazio Grevenbroeck, figura poco conosciuta ed ancora largamente da indagare, come del resto quasi tutti i componenti di questa famiglia divisa tra l'Olanda, la Francia e l'Italia.

Originario di una famiglia di artisti d'origine olandese, già attivi dalla metà del Seicento in Italia, Orazio nacque a Roma, dove iniziò la sua formazione pittorica. Si trasferì presto a Napoli inaugurando, con Gaspar Butler e Tommaso Ruiz, il vedutismo partenopeo: le sue opere presentano una cromia rischiarata di sapore rococò e un tocco leggero, in cui si riconosce l'ascendenza nordica della formazione.

Anche se potrebbe verosimilmente essersi ispirato alla costa di Napoli, la composizione è senza ombra di dubbio scaturita da un lavoro di fantasia dell’autore, che si è dilettato ad associare liberamente nello stesso spazio elementi architettonici divergenti e disomogenei, al fine di creare un paesaggio ideale e aulico, di grande fascino.

Di questi scenari idealizzati Grevenbroeck fu un grande interprete: largamente conosciuto per i suoi paesaggi costieri, nei quali troneggiano architetture classiche o antiche rovine, in contrapposizione con le piccole figure umane che enfatizzano la maestosità della scenografia circostante.

Il dipinto si presenta in discreto stato di conservazione: una pulizia troppo invasiva ne ha lievemente compromesso lo strato pittorica. Completato da una bella cornice in legno dorato.

Il dipinto, come ogni nostro oggetto, viene venduto corredato di certificato di autenticità.

Ci occupiamo ed organizziamo il trasporto delle opere acquistate, sia per l'Italia che per l'estero, attraverso vettori professionali ed assicurati.
  indietro

Dipinti antichi

vedi galleria

Oggetti d'arte

vedi galleria

Mobili

vedi galleria