Castelbarco

Galleria Antiquaria

Fima - Federazione italiana mercanti d'arte Cinoa - International federation of art & antique dealer associations

Tavolino da gioco riccamente intarsiato

Opera dell'ebanista Giuseppe Parvis (1831 - 1909)

Tavolino da gioco riccamente intarsiato con decori a motivo geometrico
Opera eccellente dell'ebanista Giuseppe Parvis (1831-1909)

XIX secolo
Legno intarsiato in madre perla e avorio,

Dimensioni: cm 81 x 44 x h. 89 ( piano aperto cm. 81 x 88)
M2014 Venduto richiedi informazioni

Tavolino da gioco, interamente e riccamente intarsiato con la tecnica detta ‘alla certosina’, opera di Giuseppe Parvis, grande ebanista dell’Ottocento. Come visibili dalle numerose foto nei dettagli, si tratta di un vero capolavoro di ebanisteria, realizzato con una perizia tecnica incredibile.

La sua prima formazione avvenne all’Accademia Albertina di Torino, ma fu alla frequentazione della prestigiosa scuola della di Gabriele Capello “Moncalvo, grande ebanista, intagliatore e avorista, che si perfezionò nell'arte dell'intaglio.

Grazie al suo spirito dedito al continuo perfezionamento, decise di recarsi in Egitto, al Cairo, interessandosi in modo particolare di arte araba.

Mettendo a frutto la sua competenza, ormai profondissima, aprì nel 1867 un prestigioso atelier nel quartiere Muski al Cairo. Con questa esperienza, nella quale l'arte italiana si fondeva con le linee dell'arte araba, cominciò il suo grande successo.

Ne rimase affascinato anche il Kedivè Ismail Pascià, che gli commissionò mobili scolpiti e intarsiati per le sue residenze. Nel 1867 lo incaricò di realizzare l’arredo del padiglione egiziano all’Esposizione Universale di Parigi. Tali lavori valsero all’Egitto la medaglia d’oro.

La sua fama si estese presto anche in Europa, e lo stile Parvis, col suo tocco orientaleggiante, si impose nelle lussuose dimore della ricca borghesia europea. Si consideri infatti che una delle cifre caratteristiche dell’Ottocento fu il fascino per l’Oriente, l’esotico, l’arabeggiante, definito appunto orientalismo.

Grazie al grande successo ottenuto all’Esposizione, Parvis viene ingaggiato anche per l’Esposizione di Vienna (1873), di Filadelfia (1876), Milano (1881) e Torino ( 1884). Esempi della sua tarsia sono visibili presso il Museo Francesco Borgogna di Vercelli (VC) in Piemonte.

Mobile corredato di certificato di autenticità.


Atelier di Giuseppe Parvis a Il Cairo, Egitto. Roberto Parvis 'archivi privati. © 2012 Mimarlik Müzesi. Tutti i diritti riservati

httpwwwmimarlikmuzesiorgkoleksiyonimajlar41furniture_Giuseppe_Parvis_showroom02Bjpg

Atelir di Giuseppe, Il Cairo, Egitto. Roberto Parvis 'archivi privati.

httpwwwmimarlikmuzesiorgkoleksiyonimajlar41furniture_Giuseppe_Parvis_showroom01Bjpg

Atelir di Giuseppe, Il Cairo, Egitto. Roberto Parvis 'archivi privati.

httpwwwmimarlikmuzesiorgkoleksiyonimajlar41furniture_Giuseppe_Parvis_showroom03Bjpg

Atelir di Giuseppe, Il Cairo, Egitto. Roberto Parvis 'archivi privati.


httpwwwmimarlikmuzesiorgkoleksiyonimajlar41furniture_Advertising_for_Giuseppe_Parvis_companyBjpg

Pubblicità dell'azienda, Il Cairo, Egitto Giuseppe Parvis, Roberto Parvis archivi privati.
  indietro

Dipinti antichi

vedi galleria

Oggetti d'arte

vedi galleria

Mobili

vedi galleria