Castelbarco

Galleria Antiquaria

Cristo benedicente come Salvator Mundi

Scuola fiamminga, inizi Seicento

Antico dipinto ad olio raffigurante il Cristo benedicente come Salvator Mundi, eseguito da maestro fiammingo nei primi del Seicento

Scuola fiamminga dei primi del XVII secolo
SALVATOR MUNDI

olio su tela, cm. 94 x 68
incorniciato
D1235 €3.600 contattaci

Il dipinto mostra il modello iconografico tradizionale del Salvator Mundi, con Cristo ritratto a mezza figura, la destra levata nell'atto della benedizione; la sinistra è invece poggiata sulla sfera raffigurante il Globo terrestre sormontato da una croce, simbolo del potere universale. Nella sfera si vede uno scorcio abitato e la luna, particolare inconsueto, che spesso allude simbolicamente al potere temporale della Chiesa.
Il tema del dipinto, ossia l’immagine del cristo benedicente che regge il Globus Cruciger, il globo sormontato da una croce, divenne assai comune tra XV e XVI secolo, in particolare tra i pittori di cultura nordeuropea. L’opera è eseguito da un pittore di ascendenza fiamminga, attivo certamente a cavallo tra il XVI ed il XVII secolo, che deve necessariamente aver conosciuto i modelli italiani, specialmente riconoscibili in alcuni tratti del volto e nella plasticità della figura, meno rigida rispetto ai modelli fiamminghi puri. Nella tela proposta, il Cristo Salvatore è raffigurato su sfondo scuro, secondo la classica maniera nord-europea, con il volto leggermente inclinato di profilo e lo sguardo rivolto in alto; All'arte nordeuropea risale la particolare luce calda che modella la figura esaltandone i particolari.
Il dipinto è in ottimo stato di conservazione. Competo di cornice a tabernacolo, non coeva.

Il dipinto, come ogni nostro oggetto, viene venduto corredato di certificato di autenticità fotografico a norma di legge (FIMA - CINOA)
Per ulteriori informazioni siete invitati a contattarci.
  indietro

Dipintiantichi

vedi galleria

Oggetti d'arte

vedi galleria

Mobili

vedi galleria