Castelbarco

Galleria Antiquaria

Fima - Federazione italiana mercanti d'arte

Ritratto di Vittorio Amedeo I, Duca di Savoia (1587-1637)

Pittore della corte sabauda attivo nel XVII secolo

Pittore della corte Savoia attivo nel XVII secolo

Ritratto di Vittorio Amedeo I, Duca di Savoia
(Torino, 1587 – Vercelli, 1637)
marchese di Saluzzo, principe di Piemonte e conte d'Aosta, Moriana e Nizza dal 1630 al 1637, nonché re titolare di Cipro e Gerusalemme.

Olio su tela

105 x 82 cm.
In cornice 115 x 92 cm.

D21-116 Venduto richiedi informazioni

L’effigiato di questo affascinante ritratto virile è Vittorio Amedeo I Duca di Savoia, immortalato in età adulta, rappresentato a busto intero, di lieve tre quarti e con lo sguardo che scruta intensamente lo spettatore. Porta capelli corti, barba e baffi appuntiti, ed il viso è incorniciato da una ampia gorgiera di pizzo secondo la moda ‘alla francese’; il tutto è completato da una sontuosa armatura cerimoniale profilata da sottili ornamenti in filigrana dorata.

Databile nel XVII secolo, è storicamente e culturalmente da collocare nella proficua produzione delle botteghe attive per la casa Savoia. La qualità pittorica del dipinto, non aliena da suggestioni fiamminghe (come Jan Kreaeck) e spagnole (come Alonso Sanchez Coello), mettono in risalto la sicurezza d'impianto e la ricchezza dei particolari.

Come possiamo constatare nel nostro ritratto, l’attenzione del pittore è posta alla meticolosità con cui è stato delineata l’armatura. Lo scopo è evidente: rappresentare il potere incarnato nel nostro austero effigiato.

Il dipinto è una versione di pregevole qualità, collocabile per l’esecuzione intorno alla metà del Seicento, di prototipi elaborati nei primi decenni del Secolo, probabilmente per essere inserita in una più ampia serie dinastica.

Cicli dedicati ai duchi di Savoia, e poi re di Sardegna, ed eventualmente alle loro consorti, erano molto diffusi non solo nelle residenze ducali e regie, ma anche nelle dimore della nobiltà di corte come evidente segno di fedeltà alla dinastia sovrana.

Tra le tante opere:
- Ritratto di Vittorio Amedeo I di Savoia, di autore anonimo, custodito alla Reggia di Venaria Reale
- Ritratto di Vittorio Amedeo I di Savoia, Pittore piemontese del XVII secolo, Castello di Racconigi (https://catalogo.beniculturali.it/detail/HistoricOrArtisticProperty/0100399633)
- Ritratto di Vittorio Amedeo I di Savoia, ambito piemontese (secondo quarto sec. XVII), Castello di Racconigi (https://dati.beniculturali.it/lodview-arco/resource/HistoricOrArtisticProperty/0100399627.html)

Secondogenito di Carlo Emanuele I e di Caterina Micaela, Vittorio Amedeo I nacque a Torino nel 1587, ma venne cresciuto ed educato alla corte di Madrid. Nel 1619 sposò la principessa francese Cristina di Borbone, mentre nel nel 1630, alla morte del padre, salì al trono come duca di Savoia, ereditando una situazione politico-economica piuttosto complessa.

CONSERVAZIONE
L'opera è presentata con una stato di conservazione buono, con vecchi ritocchi sparsi, e presenta un graffio superficiale che parte in prossimità dei capelli e scende fino al braccio.

Il dipinto è completato da una piacevole cornice antica non coeva.


Seguiteci anche su :
  indietro

Dipinti antichi

vedi galleria

Oggetti d'arte

vedi galleria

Mobili

vedi galleria