Castelbarco

Galleria Antiquaria

Fima - Federazione italiana mercanti d'arte Cinoa - International federation of art & antique dealer associations

Ritratto di papa Clemente XIV Ganganelli

Pittore romano del XVIII secolo (1769 - 1774 circa)

Ritratto di papa Clemente XIV Ganganelli

Pittore romano del XVIII secolo (1769 - 1774 circa)
Probabile attribuzione: Giovanni Domenico Porta (Bonetto di San Maurizio d'Opaglio 1722 - Roma 1780)

Olio su tela

Dimensioni: cm. 98 x 73
Incorniciato: cm. 110 x 85
D2081 €6.600 richiedi informazioni


L’opera in esame raffigura l’effigie di papa Clemente XIV (Santarcangelo di Romagna 1705 – Roma 1774), salito al soglio pontificio nel 1769, e ricordato per i suoi meritori tentativi di ridurre il carico fiscale dei sudditi e di riformare la pubblica amministrazione dello Stato Pontificio, nonché il suo atteggiamento favorevole allo sviluppo delle arti liberali e alla diffusione della cultura, di cui è ancora oggi testimonianza il museo Pio-Clementino.

Magnifici i bagliori di luce degli ori, realizzati con maestria, che, risaltando nitidi dettagli dalla veste di velluto rosso, fanno da contrappunto alla fisionomia del pontefice, resa con grande perizia tecnica e intensità.

È raffigurato in leggero tre quarti su sfondo neutro con gesto benedicente, come nell’iconografia canonica istituzionalizzata per sua volontà da Giovanni Domenico Porta, ritrattista ufficiale anche dei papi Clemente XIII e Pio VI.

L’opera riprende i caratteri dei suoi ritratti: l’immagine propone un modulo scenico più volte impiegato dal pittore, ad esempio la versione custodita a Urbino presso il convento dei francescani conventuali, o quella della Galleria Apolloni di Roma, opere che rispetto a questa in esame presentano lievi varianti nella posa delle mani e del fondale scenico.

Fu un raffinatissimo ritrattista, oltre che un sensibile interprete di tematiche religiose: l’attenzione alle variazioni chiaroscurali e l’accuratezza e la raffinatezza nella resa dei dettagli materici delle vesti e dei panneggi, i cui merletti e dorature sono stati realizzati con trascurata maestria in netta contrapposizione con la finezza del ritratto, indagato psicologicamente. Tutti elementi che lo differenziano dalla pletora dei ritrattisti che operarono copiando da un unico modello, “da parata”, destinato ad abbellire gli ambienti ecclesiastici e gli edifici pubblici dello Stato Pontificio.  

Il dipinto si trova in ottimo stato di conservazione, perfettamente restaurato, accompagnato da una piacevole cornice dorata.


L’opera, come ogni nostro oggetto, è venduta corredata di certificato di autenticità fotografico a norma di legge.

Per qualsiasi informazione, non esitate a contattarci.

  indietro

Dipinti antichi

vedi galleria

Oggetti d'arte

vedi galleria

Mobili

vedi galleria