Castelbarco

Galleria Antiquaria

Fima - Federazione italiana mercanti d'arte

Ritratto di giovane donna

Jacob Adriaensz Backer (Harlinge 1609 - Amsterdam 1651)

Jacob Adriaensz Backer
(Harlinge 1609 - Amsterdam 1651)
Ritratto di giovane donna


Olanda, datato in alto a destra 1650 (età dell’effigiata: 31 anni)

olio su tela,
cm 110 x 84, in cornice 126 x 100


Con vecchia etichetta di carta e un sigillo di vernice rossa sul retro: ‘’Proprietà Charles Lewis Hind (1862–1927 (Londra).

D21-133 € 14.800 richiedi informazioni

Una giovane ragazza olandese viene immortalata nel nostro ritratto all’età di 31 anni - come indicato dall’iscrizione - con un ampio ed austero abito nero in prezioso tessuto lucido, una gorgiera piatta chiusa con due nappine ed ampie maniche dai polsini bianchi, mentre i capelli sono raccolti in un copricapo allacciato sotto il mento da un nastrino: il tutto secondo i più alti canoni dell’eleganza del tempo.

Il ritratto soddisfa perfettamente l’esigenza dei committenti di dimostrare il proprio status sociale, ed ogni dettaglio rivela l'appartenenza della donna ad una famiglia agiata dell'alta borghesia dell’Olanda del XVII secolo. I ritratti a figura intera, va infine rilevato, erano riservati agli individui veramente ricchi e privilegiati.

L’abbigliamento della nostra giovane donna patrizia, dallo sguardo intenso e candido allo stesso tempo, è curatissimo e sebbene non sia eccessivamente sfarzoso, viene arricchito da qualche raffinato gioiello.

Le vediamo portare degli anelli, un’ornamento da corsetto con pietre preziose e, dettaglio molto interessante, una collana di granati neri, tradizionalmente indossata come simbolo di forza e del potere della famiglia ma, allo stesso tempo, dell’amore fedele della donna - vezzo di leonerdasca memoria, che evocare alla mente il monile portato dalla Dama con l’ermellino -, indossata per onorare il consorte, e che nel contempo fa un bel contrasto con la bella carnagione candida della giovane.

La donna posa con naturalezza, aggraziata mentre osserva lo spettatore, consapevole del suo rango così come della sua raffinata bellezza: tali elementi ci fanno supporre che tale ritratto sia stato commissionato in concomitanza di un fidanzamento.

Le sue labbra sono delicate da un impercettibile sorriso, in aderenza alla consuetudine pittorica dell’epoca che, per esprimere un sentimento, imponeva ai pittori di accennare alle emozioni, senza renderle esplicite, e quindi volgari. Grande risalto è infine dato alle mani, investite dalla luce, con le dita lunghe e affusolate, nobilmente disposte lungo il corpo, ulteriori testimoni della sua grazia.

Lo stile ed i caratteri del dipinto ci inducono a circoscriverne l’attribuzione a Jacob Adriaensz. Backer (Harlinge 1609 - Amsterdam 1651), talentuoso pittore fiammingo, tra i più apprezzati ritrattisti di Amsterdam e richiesto dai notabili locali, allievo dapprima di Lambert Jacobsz a Leeuwarden, e poi, in seguito al suo trasferimento ad Amsterdano nel 1632, di Rembrandt.

Le sue opere, di grande raffinatezza tecnica, sono dei veri e propri capolavori di ritrattistica, caratterizzate da un approccio naturalistico, reso con una modulazione della vernice sottile e liscia, colpi di pennello larghi e contorni un lievemente abbozzati. Rispetto a Rembrandt, la sua tavolozza è più brillante, il che vale principalmente per i toni dell’incarnato e lo sfondo.

Il dipinto è completato da una cornice in legno dorata.

Il dipinto è in ottimo stato di conservazione ed è venduto completo di certificato di autenticità a norma di legge (FIMA)

Seguiteci anche su :

https://www.instagram.com/galleriacastelbarco/?hl=it

https://www.facebook.com/galleriacastelbarco/

  indietro

Dipinti antichi

vedi galleria

Oggetti d'arte

vedi galleria

Mobili

vedi galleria