Castelbarco

Galleria Antiquaria

Fima - Federazione italiana mercanti d'arte

Ritratto di Anne-Marie de Beuzelin, Duchessa de La Force (1668-1752)

Cerchia di François de Troy (Tolosa 1645 – Parigi 1730)

Scuola francese del Settecento
Cerchia di François de Troy (Tolosa 1645 – Parigi 1730)

Ritratto di Anne-Marie de Beuzelin, Duchessa de La Force (1668-1752)

Olio su tela , 80 × 64 cm.
In cornice d’epoca 101 x 84 cm.

Provenienza:
Collezione privata torinese


D22-066 Venduto richiedi informazioni

Il bel dipinto proposto, raffigurante una giovane ed avvenente gentildonna appartenente all’alta società, è identificabile nella duchessa Anne-Marie de Beuzelin (1668-1752), moglie di Henri-Jacques de Caumont, Duca de La Force (1675-1726).

Era una donna proveniente da una famiglia molto facoltosa ed influente, unica figlia di Jean Beuzelin, signore di Bosmelet, barone d'Auffay, nonché consigliere del re. Suo nonno inoltre, Léon Bouthillier, conte di Chavigny, fu segretario di Stato per gli affari esteri del re Luigi XIII.

La nobildonna è vestita con un abito in velluto verde salvia con ampia scollatura, ed un mantello drappeggiato fissato con una spilla al vestito che si innalza elegantemente dietro il soggetto, creando un senso di movimento nell'immagine. Tra i capelli, raccolti in un acconciatura che le lascia libero il collo, si trovano alcuni fiori.

Il dipinto, di pregevole qualità, è un eccellente esempio della tipologia di ritratto in voga in Francia durante il Grand Siècle, tra l'ultima parte del XVII secolo e l’inizio del XVIII secolo, e va stilisticamente ricondotto alla cerchia di François de Troy (Tolosa 1645-Parigi 1730) che, insieme a Riguad e Largilliere, fu tra i più influenti autori del genere.

Trasferitosi a Parigi ancora molto giovane, già nel 1671 divenne membro nell’Accademia Reale di pittura, grazie all’aiuto dei suoi maestri Claude Lefebvre e Nicola-Pierre Loir, per poi cominciare una brillante carriera di pittore di storia oltre che di ritrattista, così abile ed apprezzato da doversi circondare da un’ampia bottega e da altri pittori di maestria per soddisfare le richieste della nobiltà parigina.

Nel 1690 anche il re Giacomo d’Inghilterra, in esilio nei pressi di Parigi, lo nominò suo primo pittore di corte.

Una caratteristica di questo ritratto è la sua bella cornice in legno duro intagliato e dorato antica del XVIII secolo, molto probabilmente la sua d’origine, decorata con motivi tipici rocaille.


INFORMAZIONI SUPPLEMENTARI:

L’opera viene venduta corredata di certificato di autenticità e scheda iconografica descrittiva.

Ci occupiamo ed organizziamo il trasporto delle opere acquistate, sia per l'Italia che per l'estero, attraverso vettori professionali ed assicurati.

È anche possibile vedere il dipinto nella galleria di Riva del Garda, saremo lieti di accogliervi per mostrarvi la nostra raccolta di opere.

Contattateci, senza impegno, per qualsiasi informazione aggiuntiva.

Seguiteci anche su :
  indietro

Dipinti antichi

vedi galleria

Oggetti d'arte

vedi galleria

Mobili

vedi galleria