Castelbarco

Galleria Antiquaria

Fima - Federazione italiana mercanti d'arte Cinoa - International federation of art & antique dealer associations

Il Cristo benedicente

Federico Barocci (Urbino 1535 - 1612)

Antico dipinto raffigurante il Cristo benedicente

Federico Barocci (Urbino 1535 - 1612)
o bottega

olio su tela, 74 x 59 cm.
incorniciato 102 x 59 cm.
D2038 €8.400 richiedi informazioni

Il dipinto mostra il modello tradizionale del Cristo benedicente come Salvator Mundi, ritratto a mezza figura, la destra levata nell'atto della benedizione e la sinistra stretta intorno a una sfera raffigurante il Globo terrestre, simbolo del suo potere universale.

Si tratta di un opera che, per epoca e qualità, si può agevolmente collocare nel catalogo dell’urbinate Federico Barocci, uno dei protagonisti indiscussi della congiunzione di Manierismo e Barocco, grande maestro nel fondere con sue realizzazioni una spiritualità semplice ed una raffinata eleganza.

L’incantevoli tela rientra a pieno titolo nel repertorio del pittore urbinate, da sempre amato dai collezionisti per via della bellezza e delicatezza delle sue creazioni.

Si ricollega, in particolare, al Cristo Benedicente di Palazzo Pitti, Galleria Palatina e Appartamenti Reali di Firenze. Vedi link del museo: http://catalogo.uffizi.it/it/29/ricerca/detailiccd/1188105/), oppure alla Testa di Cristo incoronata di spine della Galleria Nazionale dell'Umbria Perugia (Link: http://catalogo.fondazionezeri.unibo.it/scheda/opera/33008/Barocci%20Federico%20%28Barocci%29%2C%20bottega%2C%20Testa%20di%20Cristo%20incoronata%20di%20spine). Il medesimo prototipo iconografico, infine, fu usato dal Barocci in numerose delle sue opere più complesse: è il caso del Cristo posto al centro della magnifica Ultima Cena della Cappella del Santissimo Sacramento della Cattedrale di Urbino (Link: https://www.movio.beniculturali.it/pmmar/federicobaroccinellemarche/it/32/lultima-cena)

Il dipinto, eseguito da un pittore attivo certamente nella bottega del Barocci tra il XVI ed il XVII secolo, è stato realizzato con un livello tecnico-qualitativo degno del prototipo custodito a Palazzo Pitti, con un’attenzione ai dettagli tali (si noti la straordinaria resa della trasparenza del globo in cristallo) da poterne ragionevolmente considerare la realizzazione o la supervisione del maestro stesso.

Federico Barocci fu un pittore meticoloso nell'esecuzione, contraddistinto da una straordinaria precisione esecutiva e un attento studio della luce e del colore, dove gli incarnati morbidi, le limpide armonie cromatiche e le atmosfere languide, caratterizzano molte delle sue meravigliose tele, compreso quella proposta.

Il dipinto è in ottimo stato di conservazione. Completo di cornice in legno, con cornice interna dorata, antica ma non coeve al dipinto.

Il dipinto, come ogni nostro oggetto, viene venduto corredato di certificato di autenticità fotografico a norma di legge (FIMA - CINOA)
Per maggiori informazioni vi preghiamo di contattarci: siamo a vostra completa disposizione per qualsiasi informazione.
  indietro

Dipinti antichi

vedi galleria

Oggetti d'arte

vedi galleria

Mobili

vedi galleria