Castelbarco

Galleria Antiquaria

Fima - Federazione italiana mercanti d'arte

Guido Reni (Bologna 1575 - 1642), Bottega di

Vergine con Bambino e San Giovannino

Vergine con Bambino e San Giovannino
Bottega di Guido Reni
(Bologna 1575 - 1642)

Scuola bolognese del Seicento


Olio su rame
25 x 20 cm.
38 x 33 cm. con cornice
D21-074 € 4.500 richiedi informazioni
Questo piccolo gioiello su rame, raffigurante la Madonna con Bambino e San Giovannino, è una versione fedele dell’opera di Guido Reni oggi conservata al Louvre, analoga sia per le dimensioni che per il supporto in rame, nonché per la pregevole qualità con cui è stata realizzata.

Originariamente faceva parte di un pendant con la ‘Vergine che cuce accompagnata da tre angeli’, dipinto perduto ma noto in molte incisioni, entrambi realizzati e donati da Guido Reni a papa Paolo V Borghese, intorno al 1606-1607.

La scena è coinvolgente, con la Vergine in posizione centrale, maestosa, che sorregge il Figlio, mentre viene amorevolmente baciato su un piedino da San Giovannino, affiancato a sua volta da un piccolo agnello, suo attributo. La Madonna, raffigurata con una grande naturalezza, senza pose statiche o artificiose, osserva San Giovannino, che viene nel contempo benedetto da Gesù.

Il risultato è un'immagine di straordinaria delicatezza emotiva, accentuata dalla regia di luce, agevolata dai toni brillanti, che accarezza i corpi modellandoli e facendoli emergere dallo sfondo scuro con lo stacco cromatico del drappo rosso vermiglio e del manto blu intenso della Vergine.

Di gusto molto piacevole e foriera di un significato simbolico è la finestra aperta con il vaso contenente un ricco bouquet di garofani rossi, simbolo del sangue della Passione ma anche del matrimonio mistico tra madre e figlio, cioè Cristo e la sua Chiesa.

Un’antica leggenda medievale narra che le lacrime della Vergine Maria caddero a terra e si trasformarono in garofani quando vide il corpo senza vita del Figlio.

Dalle numerose immagini allegate potrete verificare l’indiscutibile qualità di quest’opera. La scena è descritta con minuzia dei dettagli: le figure rese in modo armonioso, i panneggi morbidi delle vesti ed infine l’eccellente uso delle sfumature e degli effetti luministici, sono tutti caratteri che ne esaltano l'esecuzione.

L’ottima qualità con cui il nostro dipinto è eseguito ci permette di giudicare questo piccolo rame come espressione della bottega, ovvero sotto la direzione di Guido. Il Gesù bambino indubbiamente è l’elemento che emerge per qualità, la sua immagine denota una ricerca e una resa naturalista di alto spessore; la tenda rossa a sinistra è realizzata con superba capacità realizzativa ed essa riverbera dell’aurea luce che permea la scena; infine, pregevoli sono l’accentuato chiaroscuro del San Giovannino nonché il brillante blu lapislazzuli dell’abito della Vergine.

  indietro

Dipinti antichi

vedi galleria

Oggetti d'arte

vedi galleria

Mobili

vedi galleria