Castelbarco

Galleria Antiquaria

Fima - Federazione italiana mercanti d'arte

Cristoforo Roncalli, detto il Pomarancio (Pomarance 1553 - Roma 1626)

La Sacra Famiglia

Cristoforo Roncalli, detto il Pomarancio
(Pomarance, 1553 circa - Roma, 1626)

La Sacra Famiglia

Olio su tela
82 x 66 cm.
In cornice 99 x 83 cm.

L’opera è corredata da studio critico redatto dal prof. Emilio Negro (Bologna)

22-147 € 14.800 richiedi informazioni

Il dipinto raffigura uno dei soggetti iconografici maggiormente diffusi e più confacenti alla tradizione cristiana, qui presentato seguendo uno schema arcaico ben collaudato che vuole il Bambino, la Vergine e S.Giuseppe protagonisti di un'idilliaca raffigurazione devozionale chiamata “Sacra Conversazione".

Maria, il cui volto palesa un lieve cenno di sorriso, è colta in atteggiamento amorevole nei confronti del divino infante dolcemente sostenuto dalle sue mani e ritratto palesemente nudo, secondo un espediente pittorico atto a svelare agli astanti la sua duplice natura, quella divina dichiarata dal fulgore soprannaturale dei raggi luminosi che circondano i suoi riccioli biondi e quella terrena parimenti testimoniata dalla sua innocente nudità.

Giuseppe, ritratto in penombra sulla destra della scena, osserva protettivo la scena, messa in risalto dal fondale più scuro da cui spicca un ampio tendaggio verde brillante, utile ad enfatizzare la vividezza degli incarnati e il dolce drappeggio dei panneggi delle vesti.

Entrando nel merito delle caratteristiche stilistiche della nostra opera, se ne evidenzia un'educazione pittorica complessa ma raffinata, erede della migliore cultura figurativa centroitaliana del Cinquecento, in bilico tra residui di Manierismo, influenzato anche dalle opere dei grandi maestri fiorentini e senesi, e gli arbori del classicismo seicentesco;

In base a tali considerazioni, la tela è stata studiata e collegata da Emilio Negro al catalogo del pittore Cristoforo Roncalli, detto il Pomarancio (Pomarancio, 1552-Roma, 1626), toscano di origine ma per lungo tempo attivo a Roma.

Appartenente ad una stimata famiglia di mercanti di origini bergamasche, Il Roncalli ebbe la sua prima formazione a Firenze per poi spostarsi nella vicina Siena, ed infine a Roma, nel 1582, ove nei due anni a seguire realizzò la sue prime significative commissioni pubbliche, lavorando sotto la direzione di Giuseppe Cesari, detto il Cavalier d'Arpino, dove sarà ormai avvertibile la sua svolta classicista.

Lo stile del dipinto, caratterizzato da una grande raffinatezza nei passaggi cromatici ed una notevole forza plastica, tradisce già l’evoluzione dell'artista dalla Maniera senese e fiorentina (Ventura Salimbeni, Pontormo, Bronzino), verso uno stile che si aggiorna sulla pittura dei fratelli Zuccari e di Federico Barocci, non senza una riflessione sul classicismo di Raffaello.

A convalida dell'attribuzione avanzata sarà sufficiente confrontare la Sacra Famiglia in esame con altri dipinti rassomiglianti del Pomarancio, come ad esempio le più tarde Madonna col Bambino e S. Giovannino (Jesi, Pinacoteca Civica di Palazzo Pianetti) e Sacra Famiglia e angeli o Natività (Londra, Sotheby's, 3 dicembre 1997, n. 45): in queste pitture, al pari della nostra, affiora la stessa calda luminosità solare e quei caratteri disegnativi accurati eppure originali, da vivace protagonista dell'ultima "Maniera" centroitaliana, tipici delle prime opere licenziate dal Pomarancio.


INFORMAZIONI SUPPLEMENTARI:

L’opera viene venduta corredata di certificato di autenticità e scheda iconografica descrittiva.

Ci occupiamo ed organizziamo il trasporto delle opere acquistate, sia per l'Italia che per l'estero, attraverso vettori professionali ed assicurati.

Contattateci per qualsiasi informazione, saremo lieti di rispondervi. È anche possibile vedere il dipinto nella galleria di Riva del Garda, saremo lieti di accogliervi per mostrarvi la nostra raccolta di opere.

Seguiteci anche su :

  indietro

Dipinti antichi

vedi galleria

Oggetti d'arte

vedi galleria

Mobili

vedi galleria