Castelbarco

Galleria Antiquaria

Fima - Federazione italiana mercanti d'arte

Capriccio architettonico fantastico con scena animata

Jacob Ferdinand Saeys (Anversa 1658 – Vienna 1726)

Jacob Ferdinand Saeys
(Anversa 1658 – Vienna 1726)

Capriccio architettonico con scena animata

olio su tela
57 x 83 cm. ( 22,4 x 32,6 in.)
con cornice 80 x 102 cm. (31,5 x 40 in.) 
D1252 Venduto richiedi informazioni

La tela proposta, bellissimo esempio di fantasia architettonica, è un'opera di eccellente livello qualitativo del pittore fiammingo tardo barocco Jacob Ferdinand Saeys (Anversa 1658–1725 Vienna). Il dipinto, di grande fascino e suggestione, ci mostra un gruppo di figure in abiti orientaleggianti durante una colazione all’aperto, mentre si dilettano nelle loro attività ludiche, regalandoci senza dubbio una tra le più belle creazioni del Saeys.

Dopo gli studi in architettura nelle Fiandre, iniziò la sua attività pittorica come allievo del pittore Wilhem Schubert van Ehrenberg; nonostante la sua elezione, nel 1680, a Mastro della Gilda di San Luca, decise di trasferirsi a Vienna, rimanendovi per tutta la sua fortunata carriera.

Nella capitale imperiale, vivace dal punto di vista artistico e culturale, divenne molto apprezzato come pittore di corte, conteso dai nobili aristocratici che facevano a gara per possedere le sue creazioni, apprezzate per la stravagante inventiva e la cura ai dettagli. La sua abilità nell'uso della prospettiva, la sapiente resa dei materiali costruttivi, come i realistici marmi delle colonne che ne caratterizzano ogni lavoro, nonché l’uso intenso della luce sono gli elementi che lo resero estremamente celebre.

La nostra opera, eseguita probabilmente verso l’ultimo decennio del Seicento, mette in scena un capriccio architettonico con palazzi classici, di ispirazione italiana, dall’aspetto monumentale. L'opera è concepita in modo teatrale, dove i ricchi palazzi e la veduta del giardino in lontananza, sembrano parte di un unico impianto scenico con le figure ritratte come veri attori di Teatro.

Alcune delle scene del Saeys sembrano rappresentare soggetti tratti della mitologia, dalla bibbia o da eventi storici, mentre altre, come quella in esame, rappresentano una compagnia di figure aristocratiche in costume, immaginate dall’artista, che si intrattengono tra loro.

Si osservino a titolo comparativo alcune tele che, per struttura e qualità, possono accostarsi a quella in esame. Ad esempio 'Veduta prospettica di un palazzo italiano animato da figure e celebrazioni galanti’ (Musee des beaux-arts de Valenciennes).
Link: https://en.wikipedia.org/wiki/File:Jacobus_Ferdinandus_Saey_-_Perspective_view_of_a_Italian_palace_animated_with_figures_and_gallant_celebrations.jpg



In questa vediamo riproposti i medesimi dettagli compositivi del nostro capriccio. Vi ritroviamo le stesse eleganti figure che, davanti a un edificio sontuoso, osservano una danzatrice con in mano un pappagallo con le ali aperte. Al suo fianco si osservano due cani, che sembrano saltellare per catturare l'animale. Infine i musici che suonano strumenti a corda sulla terrazza a destra mentre gli spettatori sono seduti sotto una balaustra a destra.

https://www.christies.com/lotfinder/Lot/jacob-ferdinand-saeys-antwerp-1658-17256-vienna-a-5916353-details.aspx

https://www.christies.com/lotfinder/Lot/jacob-ferdinand-saeys-antwerp-c-1658-17256-vienna-5521150-details.aspx

Stilisticamente, Saeys sembra trarre ispirazione dalle opere del pittore di capricci architettonici italiano Viviano Codazzi, a sua volta influenzato dai pittori fiamminghi e olandesi attivi a Roma e noti come Bamboccianti, che dipingevano anche scene architettoniche con figure.

Concludiamo con lo stato di conservazione del dipinto, che si presenta in ottime condizioni. La materia pittorica è conservata in modo eccellente.


Per ulteriori informazioni siete invitati a contattarci.
Dipinto corredato di certificato di autenticità fotografico a norma di legge (FIMA - CINOA).
  indietro

Dipinti antichi

vedi galleria

Oggetti d'arte

vedi galleria

Mobili

vedi galleria