Castelbarco

Galleria Antiquaria

Fima - Federazione italiana mercanti d'arte Cinoa - International federation of art & antique dealer associations

Bartolomeo Pedon (Venezia 1665-1732) attribuito

Marina in burrasca con naufragio e castello arroccato

Bartolomeo Pedon
(Venezia 1665-1732)
attribuito

Marina in burrasca con naufragio e fortilizio arroccato

Fine XVII secolo
olio su tela

cm. 66 x 90
con cornice cm. 80 x 105
D2070 €8.500 richiedi informazioni

Questa suggestiva veduta costiera databile alla fine del XVII, dove le onde del mare in burrasca si scagliano impetuose contro le coste, è da collocare nella più pregevole produzione del grande paesaggista veneziano Bartolomeo Pedon (Venezia 1665-1732).

Da annoverarsi tra i paesaggisti più interessanti del panorama artistico veneto d'eta barocca, la sua produzione vanta scenografie stravaganti, burrascose, vedute notturne e fantastiche, che si distinguono notevolmente rispetto al gusto arcadico dell'epoca, ed evidenziando una grande originalità pittorica.

Vediamo il sapiente utilizzo della materia pittorica e dei toni chiari, stesa con rapidi tocchi a trasmettere un vivace effetto di movimento, creano un’illusione veramente sconvolgente di flutti trascinati a frangersi contro le rocce. La luminosa cromia, sempre esaltata da giochi chiaroscurali di notevole effetto, evidenziano inoltre la capacità descrittiva dell’autore, e donano profondità alla fantasiosa articolazione del paesaggio.

Delle numerose imbarcazioni che, con il relativo equipaggio, sono state colte dalla tempesta, una è rimasta incolume, mentre i naufraghi si affannano per contrastare la forza dirompente della natura: alcuni hanno trovato riparo sulle rocce, mentre altri tentano di mantenere il controllo dei mezzi e di guadagnare un approdo sicuro.

Il grande veliero che si allontana dalla costa, cercando scampo in acque più aperte, è ricco di dettagli e di vigore: la forza del vento si percepisce nelle vele impazzite e rigonfie, nei vessilli sferzati sugli alberi della nave e nella inclinazione dello scafo.

La tela si inserisce all’intero di un filone tematico che riscosse largo successo nel corso del Seicento, quello appunto delle tempeste marine, poiché il gusto per lo ‘spaventevole’ che poteva derivare nell’osservare la potenza potenza del mare era molto apprezzato, in quanto altamente decorativo e adatto a suscitare lo stupore dell’osservatore.

L'opera, come ogni nostro oggetto, viene venduta corredata da un certificato fotografico FIMA di autenticità e lecita provenienza fotografico.
Ci occupiamo ed organizziamo personalmente l'imballaggio e la spedizione delle opere d'arte con assicurazione in tutto il mondo.
  indietro

Dipinti antichi

vedi galleria

Oggetti d'arte

vedi galleria

Mobili

vedi galleria