Castelbarco

Galleria Antiquaria

L'allegoria della Primavera

Hendrick van Balen (Anversa, 1575 – 1632)

Opera, di alto livello qualitativo, che raffigura l'Allegoria della Primavera, eseguita da un pittore della bottega di Hendrick van Balen (1575 Anversa - 1632)

inizi XVII secolo
olio su tavola
cm. 41 x 34
incorniciato 65 x 58
D1115 €6.900 contattaci
Il dipinto in oggetto, di rara qualità ed indiscussa bellezza, è un’opera del fiammingo Hendrick van Balen (Anversa, 1575 – Anversa, 1632), alla cui realizzazione supponiamo l’eventuale partecipazione di un talentoso allievo della sua bottega.

Raffigura un allegoria della primavera, impersonificata dalla bella Flora, dea romana della fertilità. La giovane è seduta con una posa sensuale, con delle vesti che le lasciano appositamente scoperti i seni, e qualche gioiello a sottolineare le sue grazie. Dal ricco bouquet di fiori raccolto in un vaso medici, e posizionato sopra un'opulenta colonna scolpita, stacca uno stelo. Al suo fianco un piccolo putto, in punta di piedi, alza le braccia come a volerlo afferrare.

Il soggetto rientra in quel filone pittorico a tema allegorico, floreale e naturalistico, che cominciò a diffondersi nei Paesi Bassi nel tardo Cinquecento.

Hendrick van Balen e la sua bottega furono uno dei più assidui interpreti di tale genere, che incontrò grande favore nell'ambito del collezionismo. Gli si attribuiscono almeno ventisei allievi, dei quali due sono da annoverarsi tra i grandi della pittura fiamminga: Van Dyck e Snyders. Fu inoltre contemporaneo di Jan Brueghel il Vecchio, Pieter Brueghel il Giovane e di Rubens, con i quali collaborò in diverse occasioni.

Merita menzione l’estrema perizia con cui sono state rese le ricche composizioni di fiori e gli oggetti preziosi che ornano l’ambiente. Tali elementi sono stati dipinti con una precisione miniaturistica, che le foto che vi proponiamo, pur di buona qualità, non potranno mai eguagliarne la visione dal vivo.

Proprio questa cura compositiva, l’insistenza nella descrizione dei dettagli, il soggetto trattato in maniera così accattivante, fanno della nostra opera un piccolo capolavoro del secolo d’oro della pittura fiamminga.

Nella prolifica produzione del maestro Van Balen si possono riscontrare numerose analogie con la tavola che vi proponiamo. Tra queste si possono citare ‘Il giudizio di Mida’ o ’Venere con Cupido’, entrambi al Museo Hermitage (San Pietroburgo), oppure ‘Pan che insegue Siringa’ della National Gallery (Londra).
Al seguente collegamento potrete visionare le opere sul sito del museo:

Nel complesso la tavola mostra una qualità pittorica molto alta e si presenta in eccellenti condizioni; non evidenzia particolari restauri all’analisi della lampada di wood.

Per ulteriori informazioni siete invitati a contattarci.
Dipinto corredato di certificato di autenticità fotografico a norma di legge (FIMA - CINOA)
  indietro

Dipintiantichi

vedi galleria

Oggetti d'arte

vedi galleria

Mobili

vedi galleria