Castelbarco

Galleria Antiquaria

Fima - Federazione italiana mercanti d'arte

Adriaen Cornelisz. Beeldemaker (Rotterdam 1618 – The Hague 1709)

Due King Charles Spaniel in un giardino

Adriaen Cornelisz. Beeldemaker (Rotterdam 1618 – The Hague 1709)
Due Cavalier King Charles in un giardino accanto a un cardo

olio su tavola
60 x 74 cm.
In cornice 76 x 91 cm.

Monogramma in basso a destra BC (?)

Provenienza:
Christie's, Londra, 28 Marzo 1996, lot 128 (vedi dettagli)
Piguet Hôtel des Ventes, Ginevra, 30 Settembre 2009, lot 1322 (vedi dettagli)
D21-022 Venduto richiedi informazioni

La realizzazione del presente dipinto, che raffigura una coppia di Cavalier King Charles spaniel immersi in un giardino, va ricondotta alla mano dell’olandese Adriaen Cornelisz Beeldemaker (Rotterdam 1618 – L’Aia 1709), talentuoso pittore dell’Età d’Oro fiamminga, ed uno dei più noti pittori animalier dei Paesi Bassi, famoso ed apprezzato per i suoi dipinti di paesaggi con cani e scene di caccia, ma anche per una cospicua collezione di ritratti.

Simbolo di valori positivi come coraggio, fedeltà e lealtà, nel corso dei secoli, e naturalmente in un contesto sociale alto borghese, era molto diffusa la consuetudine di far realizzare il ritratto dei propri cani.

La nostra coppia di cagnolini, presumibilmente un vero ritratto commissionato dal proprietario in onore dei suoi animali, rappresenta magistralmente l'arte di Adriaen Cornelisz Beeldemaker, capace di renderne con estremo realismo i movimenti ma soprattutto l’attitudine, infondendo nel loro ritratto grazia e leggerezza. L’atmosfera, con il cardo che in virtù della sua tendenza a crescere in luoghi impervi simboleggia la tenacia e la forza ed il roseo dell’ambientazione al tramonto, accompagnano l’osservatore con una sensazione di pace e tranquillità, scaturita anche dal gesto di affetto che si scambiano le bestiole.

Nato a Rotterdam, nel 1650 entrò a far parte della Corporazione di San Luca a Leida dove lavorò per la maggior parte della sua vita, eccetto un breve strasferimento a Dordrecht tra il 1656 e il 1662. Nel 1676 si trasferì definitivamente a L'Aia dove rimase fino alla sua morte nel 1709.

Due dei suoi figli divennero anche artisti, Francois e Cornelis. Esempi del suo lavoro sono custoditi in vari musei e collezioni private tra cui, al Palazzo Kadriorg a Tallinn, al Rijksmuseum (Paesi Bassi, Amsterdam): https://www.rijksmuseum.nl/nl/collectie/SK-A-750, al Louvre (Francia, Parigi), al Mus. Boymans-van Beuningen (Rotterdam).

La tela si trova in eccellenti condizioni di conservazione.

Dipinto completo di certificato di autenticità a norma di legge.
Per qualsiasi informazione, non esitate a contattarci.
  indietro

Dipinti antichi

vedi galleria

Oggetti d'arte

vedi galleria

Mobili

vedi galleria