Castelbarco

Galleria Antiquaria

Fima - Federazione italiana mercanti d'arte Cinoa - International federation of art & antique dealer associations

Cristo e la Samaritana al pozzo

Firenze, '500 Giovanni Maria Butteri (Firenze 1543 - 1606)

Bottega di Alessandro Allori (Firenze 1535 - 1607)
Attribuibile a Giovanni Maria Butteri (Firenze 1543 - 1606)

Cristo e la Samaritana al pozzo

Fine secolo XVI
Olio su tela, cm. 112 x 83
In cornice cm. 142 x 114

Provenienza: Londra, Christie’s, 1983, come Lodovico Pozzo da Treviso (Anversa 1550 - Treviso tra il 1603)
Bibliografia: Fototeca archivio Federico Zeri: n. 35198 (come pittore fiorentino del XVI secolo)
D2093 € 18.000 richiedi informazioni

Vi presentiamo questa magnifica opera del Cinquecento fiorentino, opera derivante dalla grande pala eseguita da Alessandro Allori (Firenze 1535-1607) nel 1575 e collocata nella chiesa di Santa Maria Novella di Firenze.

L’episodio, narrato nel Vangelo di Giovanni (Gv 4, 1-30), illustra il dialogo tra Cristo e una donna samaritana presso il pozzo di Giacobbe, avvenuto appena fuori le porte di Sicar, mentre in secondo piano gli apostoli tornano dalla città con provviste di cibo. Il tema (uno dei più anticamente frequentati nell’arte cristiana controriformista) celebrava i concetti precipui del Concilio di Trento: l’incontro con la samaritana ha il significato simbolico dell'innovazione portata da Cristo che offre la buona novella anche a chi non è considerato ebreo puro.

L’opera riscosse fin da subito di una vasta fortuna iconografica: già i maggiori critici letterari del ’500 ne misero in risalto l’intelligenza compositiva, le felici scelte cromatiche, la qualità disegnativa.

Si contano pertanto diverse versioni dell’opera, spesso dimensioni minori per adattarle alle committenze private; tra queste la nostra preziosa tela, passata da Christie’s a Londra nel 1983 ed attribuita al fiammingo Lodovico Pozzo da Treviso, detto Pozzoserrato (1550 - 1603), come riporta la vecchia etichetta d'asta posta sul telaio. L’opera è stata poi più genericamente ricondotta ad un autore fiorentino attivo nel XVI secolo e così registrata da Federico Zeri motivando il riferimento per collazione (Catalogo Fototeca Zeri, n. 35198, Collegamento:

Detto ciò, osservandone in dettaglio gli aspetti stilistici e compositivi nonché la raffinata esecuzione nella cura dei dettagli, come ad esempio nei panneggi, siamo indotti a concludere che l’opera qui proposta provenga dalla bottega del maestro, per mano di uno dei suoi numerosi allievi. In particolare, notevoli sono le analogie con le composizioni di Giovanni Maria Butteri (Firenze, 1540 circa - 1606), allievo prediletto dello stesso Allori, come documenta la simile composizione già Sotheby's (New York, marzo 1975), anch'essa registrata in Fondazione Zeri (Catalogo Fototeca Zeri, n. 34124).

CONDIZIONI DI CONSERVAZIONE: Le condizioni di conservazione dell’opera appaiono eccellenti, lo strato pittorico non presenta alcun tipo di problema, nonostante le dimensioni della tela. Completa di pregevole cornice in legno, antica ma non coeva alla tela.


Come ogni nostro oggetto, l'opera viene corredata di certificato di autenticità e scheda descrittiva (FIMA - CINOA).
Per qualsiasi informazione, non esitate a contattarci: info@antichitacastelbarco.it


Imm 1: ''Cristo e la samaritana al pozzo'' di Allori Alessandro (1535/ 1607), Firenze, Chiesa di S. Maria Novella, piazza S. Maria Novella, navata sinistra, secondo altare da sinistra.



  indietro

Dipinti antichi

vedi galleria

Oggetti d'arte

vedi galleria

Mobili

vedi galleria